Descrizione Progetto

MOLO 1

Settore:
Progettazione Geotecnica – Progettazione Strutturale

Committente:
Romano Port S.p.A.

Incarico:
Progettazione costruttiva delle opere di fondazione speciali e delle opere metalliche e in c.a.

Periodo:
2007

Parole Chiave:
porti, pali battuti

NUOVO MOLO PER SCARICO LPG – ROMANO PORT – DURAZZO – ALBANIA

L’opera consiste nella realizzazione di un nuovo pontile per scarico gas liquido (LPG) dalla batimetrica -5.00m alla batimetrica -12.00m.

L’opera si può scomporre in tre fasi distinte: il pontile vero e proprio (trestle), la piattaforma di carico/scarico (loading platform) ed i manufatti di accosto (mooring dolphin and breasting dolphin). Le principali dimensioni geometriche sono le seguenti: per il trestle lunghezza complessiva di circa 350m e larghezza di 3.5m carrabili più 2.5m per la pipeline; per la piattaforma di carico 25m x 40m di superficie attrezzata con 4 bracci di carico/scarico; le attrezzature di ormeggio di lunghezza pari a 40m per i breasting dolphin e 250m complessivi per i mooring dolphin.

Tutta la struttura consiste nell’installazione di numero 250 pali in acciaio battuti di diverso diametro e successivo irrigidimento degli stessi mediante intelaiatura in acciaio. Sopra alla struttura metallica sono previsti elementi prefabbricati in c.a. in armatura lenta e successivi getti di completamento. Per quanto riguarda i manufatti di accosto è prevista la realizzazione completa delle opere in mare senza l’ausilio di elementi prefabbricati ma con casseri rampanti a recupero. Vengono previste per il trestle i seguenti elementi prefabbricati: numero 160 piastre, 90 travi longitudinali, 45 travi trasversali. Vengono altresì previsti getti in opera per 45 travi trasversali e soletta collaborante su tutta lunghezza.

Per la piattaforma di carico i seguenti elementi prefabbricati: numero 14 travi, numero 60 piastre. Vengono altresì previsti getti in opera per tutta la superficie della piattaforma. Come opere accessorie alla struttura principale sono stati progettati ed in parte realizzati i manufatti di supporto delle apparecchiature tecnologiche, l’edificio per il controllo delle operazioni di carico scarico, le passerelle di collegamento, le attrezzature di sicurezza e le opere propedeutiche alla cantierizzazione.